Analisi del rapporto musica/immagini in una sequenza cinematografica

nevsky-diagramma

Segui questa griglia di lavoro per analizzare il rapporto musica/immagini in una sequenza cinematografica
Segui questa griglia di lavoro per analizzare il rapporto musica/immagini in una sequenza cinematografica

Informazioni
Dati essenziali: Titolo, anno, regista, compositore della colonna sonora
Argomento: L’argomento della trama in non più di 8/10 righe
Contenuto narrativo della sequenza: Contestualizza la scena all’interno dell’intera storia del film. Che ruolo hanno i personaggi all’interno del film? Quando compare la scena nel corso della storia? Riassumi il contenuto della sequenza.

Segmentazione e analisi
1.Dividi la sequenza in parti (indicando i minuti della traccia video) ed elenca le singole scene che la compongono.

  1. Funzioni narrative della musica in ogni segmento della sequenza.
    Descrivi il ruolo della musica in ogni parte della sequenza (evidenziando, se necessario i cambiamenti della musica all’interno della medesima scena).
  • a. Si tratta di musica dentro o fuori dalla scena (diegetica o extradiegetica)?
  • b. I rumori e le voci contribuiscono a definire il sonoro? Se si, in che modo?
  • c. Individua quali sono le funzioni narrative principali della musica in questa sequenza. Ecco alcuni esempi:
    • – segmentare la scena
    • – identificare un luogo o un’epoca
    • – identificare un personaggio (magari con il ricorso ad un tema ricorrente)
    • – rendere il punto di vista di un personaggio
    • – dilatare o contrarre il tempo del racconto
  • d. Specifica, scena per scena, in che modo la musica risponde alle funzioni che hai individuato, facendo riferimento al contenuto narrativo della sequenza. Indica, se ne trovi, momenti di sincronizzazione tra musica e immagine.
  1. caratteristiche oggettive
    Aspetti come melodia, strumenti usati, ritmo, velocità registro, in ogni parte della scena.

In conclusione, facendo riferimento alla tua analisi, spiega in che modo, in questa sequenza di film, la musica orienta l’interpretazione dello spettatore. Come apparirebbe questa sequenza se non ci fosse la musica?

Annunci

Melodie cinematiche

lw1-1024x691

Un orchestra registra le musiche per il film: ‘La compagnia dell’anello’ di Peter Jackson, musiche di Howard Shore

Come abbiamo visto in altre occasioni [vedi gli articoli su musica e cinema], quello che chiamiamo un po’ semplicisticamente ‘colonna sonora’ è il risultato di una complessa interazione di musica e immagini che attraversa, nella maggior parte dei casi, l’intera durata di un film.  Se siamo coinvolti nella storia che il film racconta di solito non ci accorgiamo della presenza della musica; tuttavia, a film finito, magicamente alcuni temi rimangono impressi nella memoria.

Infatti nell’opinione comune la colonna sonora si identifica soprattutto in un repertorio di melodie memorabili.

Eccone alcune, nella forma di spartiti interattivi in semplici arrangiamenti. Se volete provare a suonare la melodia, cliccando sui link potrete accedere agli spartiti interattivi che ho inserito in noteflight.

titanic
My Heart Will Go On
(Love Theme from Titanic) è il tema portante del film Titanic. Musica di James Horner, parole di Will Jennings, interpretata da Céline Dion nel 1997.
Per chi è in difficoltà nella lettura della notazione su pentagramma, ecco un video tutorial per imparare come diteggiare la melodia alla tastiera (Il video presenta indicazioni anche per gli accordi alla mano sinistra, ma voi concentratevi inizialmente solo sulla mano destra).

Profondo_Rosso
Profondo rosso è il brano portante del film omonimo di Dario Argento composto dal pianista jazz Giorgio Gaslini e eseguito dal gruppo progressive rock dei Goblin.

Buono-il-brutto-il-cattivo-
Il buono il brutto il cattivo, musica di Ennio Morricone per il film omonimo di Sergio Leone del 1966.

pirates-of-the-caribbean
I pirati dei Caraibi
, musica di Hans Zimmer.

mo_better_blues

Mo better blues, musica di Bill Lee (papà) per il film di Spike Lee (figlio).

La musica che non si sente: introduzione alla colonna sonora cinematografica

6La musica nel cinema coinvolge, emoziona, condiziona lo spettatore.
Solo a patto di non essere ascoltata.

Come coesistono nella colonna sonora i dialoghi i rumori e la musica?
In un film chi emette dei suoni e chi invece li percepisce?
Quando il sonoro fa parte della storia e quando invece è uno strumento espressivo nelle mani del narratore?
Per rispondere a queste domande ho creato una presentazione: un’introduzione al rapporto tra sonoro e immagine nel cinema.

Se non si visualizza la presentazione qui sotto, clicca sul link: La musica che non si sente.

prezi izzo

 

Metti alla prova le tue conoscenze sulla musica nel cinema!

Ecco un test sul percorso che abbiamo effettuato in merito al ruolo della musica nel cinema.
Clicca sul pulsante qui sotto e rispondi alle domande. Al termine della prova saprai il tuo risultato in percentuale (e lo saprò anch’io! eh eh! 😉 ): 100% significa 10 risposte corrette; 10 % una sola risposta corretta su 10.

Se vuoi prepararti alla prova torna a consultare la mia presentazione: La musica che non si sente. Introduzione alla colonna sonora cinematografica.

Buon test!

L’importanza della musica nel film: “Lo squalo”

tema lo squalo

Un poster distribuito da etsy.com

Questo utilissimo filmato permette di comprendere bene l’importanza della musica nel cinema.

squalo

Il frammento è tratto da “Lo squalo“, celebre film di Steven Spielberg, con le musiche di John Williams.
In questo filmato vediamo la scena in cui tre personaggi dopo varie peripezie e pericoli,  sono convinti di aver trovato finalmente un sistema per catturare il pericoloso pescecane.
La sequenza è divisa in tre parti:
1. la preparazione e l’attesa dello squalo
2. il lancio della fiocina e l’esaltazione dei partecipanti per il  successo dell’impresa
3. la delusione
Nel filmato, la scena è proposta due volte:
1. solo immagini e rumori senza la parte musicale (“mascheramento”)
2. la stessa sequenza completa della musica originale.
I dialoghi sono in inglese, ma la scena si riesce a seguire ugualmente.

NB: solo l’apporto musicale ci fa capire realmente le sensazioni dei personaggi.
Guardando la sequenza priva di musica, ad esempio, non si coglie la delusione dei personaggi quando lo squalo si allontana.

Nella musica inoltre Williams ha inserito un “sberleffo musicale”: mentre lo squalo se ne va, prendendosi gioco dei personaggi, si sente risuonare nel registro grave il tema eroico che poco prima aveva proposto tutta l’orchestra.