I dadi musicali di Mozart

Quest’attività è pensata per le classi prime. L’obiettivo è migliorare la padronanza nell’uso di un software di notazione (noi utilizzeremo Noteflight) in modo divertente (l’attività però si presta anche a possibili approfondimenti più complessi, per studenti di seconda e terza o di scuola superiore, inerenti, ad esempio, le funzioni tonali).

Gli studenti dovranno conoscere gli elementi basilari della notazione musicale e dovranno avere un minimo di pratica con i comandi essenziali del software di notazione impiegato (riguardanti ad esempio: alterazioni, legature, punto di valore, accordi, chiave di basso). L’attività si basa sul noto “Musikalisches Würfelspiel” il gioco musicale dei dadi creato da Wolfgang Amadeus Mozart. Cito dall’interessante pagina dedicata a questo tema sul blog maurograziani.org

Nel 1793, due anni dopo la sua morte, venne pubblicato, con grande successo, un Musikalisches Würfelspiel (gioco musicale con i dadi) che permetteva di comporre un minuetto senza alcuna conoscenza musicale, utilizzando due dadi e una serie di battute predefinite. Si tratta di un esempio di composizione algoritmica ante litteram anche se val la pena di ricordare che la seconda metà del XVIII° secolo vide una certa fioritura di giochi musicali di questo tipo. […] Il gioco si basa su due tabelle, una per il minuetto, per il quale si utilizzano 2 dadi, e l’altra per il trio, per il quale è sufficiente un solo dado e da un libretto in cui si trova un elenco di 176 battute composte da Mozart. Ogni tabella ha in ascissa il numero di battuta e in ordinata il risultato del lancio dei dadi. All’intersezione di ascissa e ordinata si trova il numero della battuta da utilizzare. […] In definitiva, comunque, con questo sistema possono essere generati 1116 cioè 45.949.729.863.572.161 minuetti 

Mozart Dice Game

Per la nostra attività useremo una versione semplificata del gioco, per realizzare un brano di otto battute. I materiali di partenza sono stati messi a disposizione da Finale e sono liberamente reperibili a questo link.

Di seguito trovate le istruzioni per l’attivtà.

Qui trovate una registrazione in cui il clavicembalista Erik Smith suona un brano realizzato proprio con questo sistema.

Qui invece trovate un programma online che genera automaticamente i brani sulla base di scelte casuali: http://www.playonlinedicegames.com/mozart

A pieno ritmo!

Nelle classi prime stiamo esercitandoci sul riconoscimento dei ritmi e dei valori di durata. Ecco un applicazione ben concepita per sviluppare questo aspetto importante dell’orecchio musicale: http://www.therhythmtrainer.com/

Come usarlo: vi consiglio di selezionare la modalità di tipo  ‘A‘: dopo aver ascoltato il ritmo in una battuta  di 4/4, dovrete cliccare sui pulsanti con le figure di valore per ricostruire la sequenza corretta di note.

In basso potete selezionare le figure da utilizzare, a seconda del vostro grado di preparazione. Ogni pulsante grigio equivale, nel complesso, ad una pulsazione. Premendo il taso “GO” inizierà l’esercizio, con la schermata seguente.

Dopo aver premuto la freccia verde sentirete una sequenza ritmica. Ascoltatela più volte e ricostruitene la successione dei valori usando i pulsanti grigi. Terminato il lavoro premete il tasto “Check my answer” (Verifica la mia risposta) e avrete il risultato.

Una volta raggiunto un risultato soddisfacente potete, se volete, inviarmi una mail (email results) all’indirizzo: leoizzo iczolaistruzioneer.it, come prova dei vostri successi!

Google Van Beethoven

Oggi google ci ricorda che Ludwig Van Beethoven nacque 245 anni fa. Per festeggiare la ricorrenza la pagina iniziale di google presenta un doodle (ossia uno “scarabocchio” giocoso e interattivo) incentrato su alcune melodie celebri di questo grande compositore. Il giochino racconta una serie di peripezie a cui va incontro il povero Ludwig. Ad ogni impiccio il povero compositore perde una delle sue composizioni, che l’utente deve ricostruire attraverso una sorta di “domino musicale”. In una classe di prima media, questo gioco permette di interrogarsi sulla diffusione (e sui metodi di propagazione) di un’enciclopedia musicale condivisa (le melodie più note di Beethoven). Inoltre l’esercizio giocoso di questo doodle può essere utilizzato per allenare la memoria melodica breve e l’orecchio musicale di base. Oggi in classe abbiamo aperto una momentanea parentesi rispetto alla programmazione quando, con nostra sorpresa, all’apertura del browser sulla Lavagna interattiva, ci siamo trovati questo simpatico personaggio. A questo link  trovate il doodle dedicato a Beethoven.
Buon divertimento!

JoyTunes Giocare con il flauto

 

 

 

 

Per gli alunni delle classi prime ecco un modo divertente per esercitarsi con il flauto dolce, che in inglese si chiama “recorder”: Recorder Express 

La grafica è simile a quelle di tanti altri giochi, ma la novità risiede nell’interfaccia: per controllare i movimenti dei personaggi infatti dovrete usare il vostro flauto, attraverso un microfono: il controllo del volume e dell’altezza delle note vi permetteranno di spostare gli elementi del gioco. Divertendovi, acquisirete una maggior familiarità con il vostro strumento. Si tratta in realtà di un gioco pensato per i più piccoli, ad esempio come esercizio propedeutico allo strumento e alla lettura delle note per gli alunni delle scuole elementari. Niente a che vedere con il percorso sulla lettura della notazione musicale che stiamo portando avanti!. Ma se in casa vostra c’è qualche fratellino, sorellina o cuginetto, avrete la scusa pronta per giocare assieme!
Alcuni consigli.

Il software si basa sul riconoscimento in tempo reale di una frequenza fondamentale a partire dai suoni che circondano il microfono del vostro computer. Quindi è necessario che il gioco si svolga in un ambiente silenzioso e che il volume degli altoparlanti del computer non sia troppo alto (in alternativa potete usare le cuffie). L’uso di questo tipo di sensore in un gioco è abbastanza innovativo: speriamo che presto permetta di creare esercizi musicali pensati anche per i più grandi.
Le spiegazioni per svolgere il gioco sono piuttosto semplici e intuitive, ma sono esclusivamente in inglese, talvolta scritte altre volte orali! Quindi è anche un’ottima occasione per esercitarsi anche nella comprensione della lingua straniera. 😉

Come fare. 

1.Una volta entrati nel sito scegliete l’opzione “recorder” (flauto dolce) e poi il tasto “Play now“. Si può giocare anche senza registrarsi (con l’opzione One time pass), ma se volete avanzare di  livello ad ogni nuova connessione, dovrete effettuare la registrazione, con username, indirizzo un indirizzo email (se hai meno di 13 anni chiedi a un genitore di effettuare l’iscrizione per te) e password.
2. Vi comparirà una schermata come questa:

dovete permettereal sito (“connect” oppure “allow“) di attivare il microfono del vostro computer.

In Recorder Express potrai esercitarti suonare vere e proprie melodie.

joytunes

Connettersi ad un insegnante.
Nella barra in alto trovi l’indicazione “connect to a teacher”: se vuoi, infatti, puoi far sì che il tuo insegnante (cioè io!) possa controllare i tuoi progressi in questo tipo di esercizi. Seleziona questo tasto e, nella maschera da compilare, inserisci il mio nome e selezionami come “teacher”, oppure un modo più semplice:

Per permettermi di conoscere i tuoi risultati con Recorder Express, accedi al programma cliccando sull’immagine qui sotto.

NB: come spesso accade a questo tipo di piattaforme il sito offre una vasta anteprima gratuita, dopodichè, se l’utente lo desidera, si può scegliere di ampliare il ventaglio di esercizi e brani che però saranno a pagamento. Per l’utilizzo necessario ad un primo studio del flauto potete fermarvi tranquillamente ai brani offerti gratuitamente!

Nel sito inoltre sono presenti anche esercizi e giochi musicali per lo studio del pianoforte, ma sono utilizzabili solo sull’ipad.