Animali fantastici e come riciclarli. Un bestiario immaginario di suoni e colori.

Al termine di quest’anno scolastico abbiamo portato a termine un progetto espressivo che ha visto collaborare una classe della scuola primaria e una della secondaria.

Gli studenti hanno affrontato il tema principale, il riciclo dei beni di consumo, con creatività e ironia, dando vita ad un bestiario immaginario, un meraviglioso libro sonoro.

Prima fase: disegnare, costruire, scrivere, suonare

Nella prima fase del progetto i bambini e le bambine della primaria (3B Ponte Ronca – Zola Predosa) hanno scritto, costruito, disegnato e suonato. Al termine di questa fase ogni studente ha ottenuto tre risultati: 

  • un elaborato grafico che trasforma un oggetto di consumo in un animale immaginario, accompagnato da una piccola poesia (sotto la guida della maestra Rossana Martucci)
  • uno strumento musicale autocostruito con materiale di riciclo (sotto la guida della professoressa Daniela Preziuso)
  • la registrazione del suono dello strumento e della poesia recitata

Seconda fase: impaginare, comporre

Nella seconda fase del progetto i miei studenti della secondaria (2E, F. Francia) hanno raccolto e assemblato i materiali grafici e sonori prodotti dalla primaria e hanno realizzato un montaggio sonoro in cui il suono degli strumenti autocostruiti e la voce dei bambini sono accompagnati da brani musicali originali.

Accross the Universe. Giovani compositori tra le stelle.

Come progetto finale di terza (scuola secondaria di primo grado) quest’anno abbiamo realizzato le musiche per accompagnare alcuni filmati “muti” della missione Apollo 11 ,che ha portato l’uomo sulla Luna nel 1969.

Ecco due diverse realizzazioni del medesimo progetto, bellissime entrambe, effettuate dalle classi 3E e 3H.

I progetti sonori sono stati realizzati utilizzando i software online Noteflight, Soundtrap e integrando documenti sonori provenienti dal NASA Image and Video Library, da cui provengono anche le clip video.

Gli studenti e le studentesse hanno lavorato in ambiente cloud, modificando un progetto sonoro condiviso con soundtrap.

La fase di realizzazione è stata preceduta dall’analisi della musica in alcune scene di carattere fantascientifico, tratte dai film Interstellar, Blade Runner, Gravity e Koyaanisqatsi.