Soundtrap [3]. Tracce audio e Loops.

bespokenart .com

Illustrazione di bespokenart .com

Dopo aver dedicato un post alla gestione delle tracce MIDI in soundtrap, in questo articolo mi soffermerò sui file audio. La rappresentazione più comune di una traccia audio avviene con la forma dell’onda (sound wave) in cui le oscillazioni sull’asse verticale rappresentano altrettante variazioni nell’intensità del suono (e quindi nell’ampiezza dell’onda sonora), come in figura.

2015-12-27 10_57_53-leo's song #2 - Soundtrap

Un file audio è essenzialmente una registrazione sonora realizzata con un microfono (o con un ingresso di linea attraverso una da scheda audio dedicata). A differenza delle sequenze MIDI, le note di una traccia audio non sono modificabili singolarmente nell’altezza o nella posizione temporale (o, più precisamente, l’operazione è molto più complessa e meno efficace). Le tracce audio però sono fondamentali per dare ad un brano una sonorità più “acustica”, registrando strumenti dal vivo, rumori d’ambiente o la voce. Dopo aver effettuato la registrazione è però possibile modificare la qualità sonora dello strumento o della voce processando il suono attraverso numerosi effetti (Soundtrap offre varie soluzioni standard pronte per l’uso per effettare le chitarre e la voce). Inoltre, la parte registrata può essere manipolata con delle operazioni di montaggio (Editing multitraccia). Anche se soundtrap non fa distinzione tra le diverse funzioni che può avere una registrazione, è importante tenere presente due differenti tipi di utilizzo delle tracce audio. 

  1. Registrazione di una parte musicale. Questo è il tipico caso in cui uno strumentista o un cantante registrano una parte solistica, ad esempio, sopra una base di accompagnamento preventivamente preparata.
  2. Loop. Breve elemento musicale, generalmente eseguito su una determinata pulsazione che si può ripetere ciclicamente. Molto spesso i loop vengono usati come elementi modulari, come tasselli di un domino in successione, per costruire una base di accompagnamento.

Vediamo più in dettaglio come utilizzare i loop in soundtrap
Ci sono 3 modi per inserire un loop nelle tracce di soundtrap. Attenzione, però: ognuna delle tre soluzioni comporta qualche inconveniente.

  1. Usare i loop dalla libreria disponibile in soundtrap. Sulla parte destra dello schermo trovate una scheda a scorrimento in cui sono elencati numerosissimi loop. Trascinando l’icona del loop sulla traccia desiderata, si inserisce il file audio nella schermata principale.
    La soluzione 1 è molto immediata e semplice, ma, utilizzando delle parti preconfezionate, si corre il rischio di essere poco originali.
  2. Registrare una breve parte dal vivo ed utilizzarla come loop.
    Per questa soluzione è necessario essere esecutori competenti, e eseguire la parte con una grande precisione ritmica. Inoltre è consigliabile utilizzare un microfono dedicato (il microfono integrato nei notebook di solito sono di pessima qualità).
  3. Utilizzare un file audio (mp3 o wav) preesistente importandolo in soundtrap.
    In questo caso è necessario assicurarsi che la traccia inserita non violi la legge sul diritto d’autore (affronteremo questo argomento delicato in un prossimo post). Inoltre è bene che il tempo del loop (espresso in bpmbeats for minute ossia “battiti al minuto”) coincida con il tempo del brano. Se conosci già i bpm del tuo loop, ti consiglio di modificare il tempo del brano nella pagina di soundtrap prima di importare il loop. Per modificare il bpm in soundtrap è necessario inserire un valore numerico nella casella Tempo in basso a destra (le impostazioni di partenza sono automaticamente prefissate sul valore di 120 battiti al minuto).
    2015-12-28 18_45_39-leo's song #2 - Soundtrap
    Anche per quest’aspetto sarà necessario dedicare un approfondimento in futuro.

Come modificare un loop.
Una volta che il loop è stato inserito nella traccia, potete svolgere diverse operazioni.2015-12-22 16_53_12-leo's song #2 - Soundtrap

  • Per modificare la durata del loop (ossia cambiare il punto di inizio o di fine del segmento da ripetere) è necessario trascinare le frecce negli angoli in basso.
  • Per ripetere ciclicamente il loop è sufficiente trascinare l’icona a “freccia circolare” nell’angolo in alto a destra di ogni segmento.2015-12-27 10_57_53-leo's song #2 - Soundtrap

Se il loop viene ripetuto più volte ogni modifica effettuata sul primo segmento (Base segment) verrà immediatamente ripetuta per i segmenti successivi (shadow segments).

Dopo aver inserito i loop potete anche decidere di modificare il tempo del brano: il programma adattarà la velocità di riproduzione di ogni loop in modo da sincronizzarli con il nuovo tempo, senza modificarne la tonalità.

Ricordatevi infine che in soundtrap potete creare dei loop anche a partire dalle tracce MIDI.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...