C.M.S.: un rap di Dj Cama

Davide C. (III A), in arte Dj Cama, ha realizzato in completa autonomia un brano rap decisamente riuscito (nell’immagine una schermata del montaggio complessivo): con grande piacere ospito il suo lavoro sul blog .

Per portare a termine il progetto Davide ha utilizzato l’applicazione on-line Myna, un audio editor multitraccia offerto dal sito Aviary.com. Per creare la parte musicale del suo brano ha attinto all’ampia libreria di campioni già pronti, offerti dal sito Aviary (la Quantum Track Library della APM Music).  Scegliendo i campioni, distribuendoli nelle tracce, manipolando e sovrapponendo i suoni è arrivato alla versione definitiva per la parte strumentale di questo brano. La voce è stata registrata con mezzi rudimentali: un microfonino da PC, con un risultato dall’impronta decisamente Lo-Fi. Complimenti Davide, ottimo lavoro!

L’hip-hop, come fenomeno musicale e sociale e come forma di poesia spontanea, ha ormai una trentina d’anni, eppure  il fascino che questo genere suscita nei ragazzi e nelle ragazze di tutto il mondo che si affacciano all’adolescenza rimane immutato. Le ragioni di questo successo sono numerose, stratificate e complesse, di carattere sociale, strettamente stilistico e in gran parte dipendenti dalle strategie dell’industria dell’intrattenimento. Tuttavia le origini sociali del rap – che si diffonde nei quartieri più poveri del South Bronx di New York nei primi anni Ottanta – rappresentano tutt’oggi un potente elemento simbolico, un modello di riferimento per molti giovani “arrabbiati”. Nei primi anni Ottanta, per le frange emarginate delle metropoli statunitensi, il rap è stato un modo per “parlar chiaro”, per esprimere un punto di vista sullo stato delle cose, per dare un senso di appartenenza a gruppi di persone che non si sentivano rappresentate dalle istituzioni, per identificarsi in uno stile che fosse “differente” dalle pratiche musicali dominanti. Infine, per molti dei protagonisti della scena rap nei suoi albori, la musica ha rappresentato una valvola di sfogo per le frustrazioni incontrate durante la giovinezza e un’occasione di riscatto sociale: una piazza (o, se volete, un’agorà) in cui dire il proprio punto di vista. Per scoprire infine che vi sono molte persone che possono  condividerlo.  Ben venga quindi anche il rap se si tratta di una via per elaborare un pensiero ed esprimerlo in modo diretto, efficace, sincero.

5 thoughts on “C.M.S.: un rap di Dj Cama

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...